mercoledì 12 ottobre 2016

Conseguenze




Dopo gli strani momenti di cui sapete, e certi messaggi indiretti che mi hanno persuasa ad andare oltre, non vi nego che temevo l'abbattersi impietoso di una serie di sgradevoli conseguenze.
Atteggiamenti del cazzo, antipatia gratuita, snobbismo da competizione, derisione gratuita, distacco aggravato, e cosette simili.

Di solito si può proseguire infischiandosene, ma quando si devono continuare a calcare gli stessi pavimenti non è cosí semplice.

I primi giorni sono stati strani e all'insegna del distacco, da ambo le parti, ma per fortuna sembra che siamo amici come prima.

Di mio manterrò per quanto posso un certo distacco, l'ultima cosa che voglio è dare idee che ora sarebbero veramente sbagliate...

Non che le vie di mezzo siano semplici, ma sarebbe davvero da ridere se a un certo punto fosse lui a cambiare idea...e non credo che saprei come gestirla, anche vista la tendenza all'autocompiacimento gratuito di certi uomini...quindi lo prenderei sul serio come Donald Trump che parla di integrazione.

Per eventuali effetti collaterali inattesi restate in ascolto ^^

mercoledì 5 ottobre 2016

InSoPpOrTaBiLe




Il bello di avere slancio conoscitivo verso l'umanità è che la scoperta non conosce limiti. E il bello di chi si sente forte di qualcosa e abusa di questo potere, presunto o reale, è che prima o poi verrà mandato affanculo a cappella, da tutto l'ufficio in questo caso.

Trovandomi costretta per lavoro a stare tutti i giorni a contatto con il nostro figuro ho visto emergere una stronzaggine, una superbia e un estremo godimento per il potere che pensa di poter esercitare sugli altri che mai mi sarei aspettata. È sinceramente, completamente, decisamente insopportabile.

Risparmiandomi la fatica di sviscerare da me la delusione del "non piaccio" e rimpiazzandola con un sorridente "che dirupo che ho scansato".

La verità è che, chiaramente, senza voler credere nella sfiga, ho zero gusto per gli uomini XD. 
Ma mi riconosco una grande capacità; appena la loro saccenza, presunzione, cattiveria ecc, emergono nella totalità del loro nulla intimo, li mando affanculo senza mezzi termini, al grido (degno di Berta degli Squallor) di "Chi cazz m'ho fa fà". Ed evito sgradevoli circostanze viste troppo spesso in giro, di donne, ma anche uomini, che sopportano vessazioni, cattiverie, prepotenze, umiliazioni e follie continue, senza fiatare e senza essere in grado di svincolarsi, sin dalla prima ora, dai propri aguzzini. E si che sono nota per essere estremamente paziente XD.

Aspettiamo sempre fiduciose di incontrare un uomo senza turbe ^^

*MaryA*

lunedì 3 ottobre 2016

My name is Nobody


Il mio nome è Nessuno. Così pare, così credo, così ho deciso.

Tutto sulla base di un nomignolo dedicato che non era poi tanto dedicato. Una volta usato per un'altra non sono più "uno", divento "tutti", divento Nessuno.
E sia.

Sempre vostra

*MaryA*



P.s.
Ci berrò sopra.

Continua...

lunedì 26 settembre 2016

Barbra Streisand




Nel crogiolo anti-positivista di questo fugace ( ma non tanto) quanto sciagurato (o presunto tale) interesse, continua a imperversare il tracollo emotivo, quasi sempre incombente, costantemente sali-scendi, un dannato yo-yo.


Come già presumevo di voler fare, mi esibirò nella più inetta e sfacciata delle indifferenze, nel più inconsulto e suicida "ops, non ti ho visto", ovvero nel più folle dei deliri masochisti.

Di sicuro potrebbe aiutarmi a capire perché ora come ora nuoto in un tanto metaforico quanto sentito oceano di Jack Daniels. 

Nel frattempo indugerò in pensieri zuccherosi di terze parti amiche, e dei loro non-fidanzati, che pur di guardarle un secondo in più nel bianco degli occhi sono disposti a passare per gay urlando alle moltitudini "Mi piace Barbara Streisand".

**Perplessamente vostra**

*MaryA*

venerdì 23 settembre 2016

Autolettura




Lui non c'è, ed io sto rivalutando, smontando e rimontando una serie di dettagli. Sto studiando la faccenda nell'unico modo in cui posso, attraverso i miei comportamenti e i miei atteggiamenti, dato che, chiaramente, riguardo ai suoi tutto si agita nel mare delle ipotesi.

Per quanto io trovi ridicole e irrilevanti le tattiche credo di essere stata troppo limpida, emotiva e spontanea in questa interazione. 

Ho deciso di formalizzarmi quanto basta; non so se ci riuscirò, non so se è la cosa giusta da fare, e ho paura che un domani potrei trovarmi ad attribuire un eventuale esplosione di tutto questo a me stessa e a questo cambio di rotta. Ma procedendo come ho fatto fin'ora non ci ho comunque capito un accidenti, per cui...

Ho solo una preghiera...


Budda, Odino o chi per te, scampami da un'uomo impegnato e contento ma attratto e/o compiaciuto dal mio interessamento, Amen!!!

mercoledì 21 settembre 2016

Inciuci...




Il singolare fascino di un ufficio che prende sul serio "le pari opportunità" è che c'è una moltitudine di donne da gestire. Essere single in un posto dove il 90%, anche gli insospettabili, è sposato/fidanzato ecc... talvolta con altri interni/e, innesca processi surreali.

All'improvviso le più vrenzole dell'ufficio (per l'esatta definizione di vrenzola consiglio una ricerca su google) ti scrutano e ti guardano con sospetto. Per innescare questa drammatica catena di eventi è sufficiente chiacchierare con un uomo sposato/fidanzato in modo amichevole.

A fine giornata non importa se sei una persona socievole o una rovina famiglie...sei a prescindere una sorvegliata speciale!

Per fortuna non ci turba XD